Finmeccanica se justifie face à la crise libyenne

Precisazione Finmeccanica

In merito alle notizie di diversa fonte che attribuiscono all’industria italiana e in particolare a Finmeccanica la vendita di armi alla Libia, Finmeccanica precisa che gli ordini acquisiti non sono in ambito militare.

In particolare, Finmeccanica ribadisce di non aver mai venduto elicotteri da combattimento alla LIbia, ma esclusivamente velivoli per attività di ricerca e soccorso e di controllo delle frontiere.

Nello specifico, AgustaWestland, società Finmeccanica, ha ricevuto dalla Libia ordini per 20 elicotteri, di cui 17 sono già stati consegnati.

Nel 2006, a seguito della costituzione della joint venture LIATEC, è stato firmato un ordine per dieci AW109 commerciali per un valore totale di 80 milioni di euro.

In aggiunta a questa commessa, cinque AW119 Ke sono stati acquistati nel dicembre 2006 dalla Lybian Red Crescent, l’associazione umanitaria che fornisce servizi medici attraverso la sua rete di ospedali e cliniche, e partecipa ad operazioni di  soccorso in caso di disastro e attività di educazione sanitaria in Libia.

Nel dicembre 2010, AW ha consegnato il secondo elicottero AW139, parte di un ordine di cinque velivoli, alla General Security libica per operazioni di controllo delle frontiere e attività di ricerca e soccorso.

Inoltre, nel gennaio 2006, Finmeccanica,  AgustaWestland e la Lybian Company for Aviation Industry hanno firmato un accordo per la costituzione di una joint venture chiamata Lybian Advanced Technology Company (LIATEC) per la realizzazione di uno stabilimento in Libia per l’assemblaggio di elicotteri AW109, inaugurato lo scorso anno presso l’aeroporto di Abou Aisha.

 

Trasporti – Ansaldo STS si è aggiudicata nel 2009 un’importante commessa per la realizzazione dei sistemi di segnalamento, telecomunicazioni e alimentazione relativi a due linee ferroviarie di 1450 km in totale. Nell’agosto del 2010, Ansaldo STS, insieme a SELEX Communications, si è aggiudicata un ulteriore contratto da Zarubezhstroytechnology (società controllata dalle Ferrovie Russe JSC RZD) per realizzare sulla tratta da Sirth a Benghazi, in Libia, le tecnologie di segnalamento, automazione, telecomunicazioni, alimentazione, security e bigliettazione.

Homeland Security – SELEX Sistemi Integrati ha firmato nel 2009 un accordo con la  General People’s Committee for General Security libica per la realizzazione di un grande sistema di protezione e sicurezza per il controllo del confine meridionale della Libia con il Ciad.

Source: Finmeccanica

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s

%d blogueurs aiment cette page :